Vasco Rossi: Vogliamo l’autodeterminazione dell’individuo… da rockstar a filosofo?

Vasco Rossi l’aveva già detto nel corso di un’intervista pubblicata qualche mese fa che negli ultimi anni si sta sempre di più appassionando alla filosofia e al pensiero filosofico…Il Blasco re Mida della comunicazione sa sempre come far parlare di sè, ma stavolta non sembra una delle sue proverbiali provocazioni… ma piuttosto un pensiero molto ragionato e meditato…
Provate a leggere:

“Esiste il diritto alla autodeterminazione dei popoli sancito da una trattato mondiale. Vogliamo riconoscere anche all’individuo questo sacrosanto diritto e sancirlo con un trattato globale?”.
Firmato Vasco Rossi
Che ne pensate?
fateci sapere

Anche Brava fu scritta per Paola Panzacchi da Vasco Rossi.

Paola Panzacchi, come abbiamo già avuto modo di trattare anche in maniera molto ampia su questo blog è stato il grande amore con delusione di Vasco. La canzone Brava uscì per la prima volta nell’album “Siamo solo noi (1981)” e fu poi pubblicata anche nell’album “Rock (1997)” In questo pezzo, che come tanti altri, piace a molti fans perché ognuno ha avuto le proprie delusioni d’amore, Vasco sfoga tutta la sua rabbia dando alla sua compagna della stronza che ha usato il suo sexy appeal per farlo cadere. Barbara D’Urso, che pare abbia avuto una storia con Vasco Rossi (da lei così definita, dal Blasco “poco più di un flirt” rivendica la dedica di Brava, sostenendo sia stata scritta per lei. Ma questa storia la D’Urso la puo’ raccontare solo a chi non conosce Vasco. Brava, pare non ci siano dubbi è stata proprio dedicata a Paola Panzacchi, la ragazza che distrusse Vasco, Una femminista convinta che sottolineava tutti i difetti del giovane Blasco distruggendo la sua autostima. La leggenda vuole che il Rocker di Zocca non si è mai più ripreso da questa botta e dopo qualche anno scrisse anche, sempre dedicata a lei “Io no”, pubblicata poi solo nel 1998.

Vasco Rossi, senza parole e la sua storia….

“Senza parole” è senza ombra di dubbio una delle canzoni in assoluto più famose e a mio giudizio più belle di Vasco.
Ogni venerdì stanno uscendo in edicola i numeri de “Il Blasco story”. Sicuramente chi li sta comprando avrà avuto modo di leggere la storia di questo brano, che,  uscito nel 1994 come singolo fu inviato a casa in regalo a tutti soci del fans club e non fu messo in commercio. Questo lo fece diventare, come è ovvio che sia oggetto di culto per tutti i collezionisti considerato soprattutto l’esiguo numero di stampe.
La seconda pubblicazione del brano “Senza Parole” fu un live contenuto nell’album Rewind pubblicato nel 1999 e e la terza nella sua versione originale, anche se con un taglio di alcuni secondi all’inizio nell’album Tracks  del 2002.
Insieme alla quarta uscita de “Il Blasco story”, fissata per il 18 giugno uscirà un nuovo cd col brano.
Non molti sanno che questo pezzo fu scritto alcuni anni prima del 1994 ed, infatti, all’origine  doveva far parte dell’album di Vasco Rossi del 1989 “Liberi liberi”.
Infatti il Blasco la incise in una versione demo che poi fu deciso di di scartarla nella produzione finale dell’album.
Nella prima versione erano diversi sia il testo che l’arrangiamento. Ad esempio nella prima strofa, laddove Vasco diceva “dalla quale non si può guarire mai”, poi cambiò in “che alla fine non si può guarire mai”.
La cosa davvero molto curiosa è che poi dal vivo Vasco Rossi canterà sempre “dalla quale”, avendola evidentemente scritta così.
Ma la più grossa differenza tra le 2 versioni sta nel verso “che non ho più pensato a tutte queste cose”, all’origine invece era“ed ho pensato ancora a tutte queste cose”.
Differenza sostanziale considerando che il concetto espresso è in pratica opposto.
vasco rossi si sa lascia sempre tutti…. senza parole

Vasco Rossi e Ligabue i preferiti dalla nazionale italiana di calcio

Vasco Rossi e Ligabue, i più ascoltati tra i 28 azzurri che hanno partecipato al ritiro del Sestriere della Nazionale azzurra di Lippi che è in procinto di partire per i Mondiali del Sudafrica.
Il Blasco riscontra sempre consensi dovunque, in tutti gli ambienti e in tutti gli strati sociali della popolazione.
Così pure i calciatori azzurri hanno indicato il rocker di Zocca e Luciano Ligabue come i loro cantanti preferiti.
A noi non resta che dedicare agli Azzurri appena reduci dal pareggio per 1-1 con la Svizzera (portafortuna visto che 1-1 con gli elvetici erano finite anche le ultime amichevoli prima delle 2 spedizioni vittoriose del 1982 e 2006) nell’ultima amichevole in vista dei prossimi Mondiali (rete di Fabio Quagliarella), il brano di Vasco “Ho fatto un sogno“.
Nell’augurio che il sogno a 4 anni dal clamoroso successo di Berlino si possa ripetere anche in Sudafrica.
Forza azzurri!

Vasco London Istant Live: anche il sito ufficiale conferma.

Vasco London Istant Live: partita l’indiscrezione ed è già scattato il tam tam sulla rete alla ricerca delle informazioni relative alla prossima uscita del prossimo live di Vasco Rossi, previsto per la metà di giugno.
Anche il sito ufficiale del Blasco ne parla avendo pubblicato il seguente messaggio tra le news
“E’ passato poco più di un mese dalla bellissima esperienza all’Hammersmith Apollo ed ecco qua
il documento della serata:
24 canzoni per oltre 2 ore di concerto, in un doppio CD pensato per tutti i fan che vogliono condividere
il ricordo della prima volta di Vasco a Londra.
La versione 2CD sarà disponibile in edizione limitata mentre l’album digitale sarà online solo per un mese e mezzo”
                                                                                                                                                                                         vascorossi.net
Quindi non ciresta che aspettare l’uscita del Vasco London Istant Live
A presto!

Vasco Rossi è anche un cartone animato

Vasco Rossi, la rockstar italiana è diventato un cartone animato.
Così come riporta il Tgcom oramai questa che sembra pura fantasia presto diventerà realtà. 
Il Blasco nel corso di un’intervista ha detto che: “Il fumetto è pittura leggera come la canzone, entrambe leggere e insieme profonde, se ne può consigliare l’uso (e l’abuso) non hanno controindicazioni. Portano gioia e fantasia, aiutano a combattere il grigiore quotidiano. Un mondo che non riesce ancora a liberarsi dai pregiudizi nei confronti del diverso e che ha bisogno di trovare un ‘colpevole’ perché non sa affrontare le colpe”.

Vasco Rossi London instant live in uscita tra 15 giorni

Vasco Rossi London instant live novità assoluta del mondo del Blasco.
Nell’arco di un paio di settimane verrà pubblicato un cd con la registrazione integrale del concerto di Vasco a Londra all’Hammersmith Apollo!  Insomma in pieno stile rockstar, a poco più di un mese dal concerto di Londra, viene pubblicato un’intero live e sarà a disposizione dei fans nell’arco di soli 15 giorni.
E questa iniziativa, comune all’estero soprattutto per i grandi gruppi rock, è inedita nel mercato della discografia italiana. 
La EMI ha presentato il cd così:
La EMI LANCIA UN NUOVO PRODOTTO, MAI VISTO PRIMA, CHE AMPLIA LE POSSIBILITA’ DI SODDISFARE LE ESIGENZE DEI CONSUMATORI: IL CD INSTANT, UN PRODOTTO UNICO, LEGATO AD UN EVENTO IMPORTANTE E DISPONIBILE SOLO PER UN PERIODO LIMITATO.
SI COMINCIA CON VASCO E IL SUO STREPITOSO LIVE DI LONDRA.
VASCO LONDON INSTANT LIVE 04.05.2010 2cd Limited Edition.
Tutto il concerto registrato a Londra il 4 maggio 2010 in 2CD, con 24 canzoni
01. UN GRAN BEL FILM 02. IERI HO SGOZZATO MIO FIGLIO 03. COSA VUOI DA ME 04. LA NOSTRA RELAZIONE
05. STO PENSANDO A TE 06. GLI ANGELI 07. DOMENICA LUNATICA 08. BOLLICINE 09. ANIMA FRAGILE
10. IO PERDERO’ 11. AD OGNI COSTO 12. SONO ANCORA IN COMA 13. DELUSA 14. QUANTI ANNI HAI
15. …STUPENDO 16. UN SENSO 17. DEVIAZIONI 18. IL MONDO CHE VORREI 19. SALLY 20. DILLO ALLA LUNA
21. INCREDIBILE ROMANTICA 22. VITA SPERICOLATA 23. CANZONE 24. ALBACHIARA
Produzione limitata… ma sembra che le copie saranno 150.000

Anima Fragile colonna sonora del film “La nostra vita”

Vasco e il cinema. In questo periodo nelle sale cinematrografiche stanno mandando, tra gli altri, il film “La nostra vita” con la regia di Daniele Lucchetti e l’interpretazione nel ruolo del protagonista di Elio Germano, fresco vincitore a Cannes della palma d’oro come miglior attore.
Cosa c’entra Vasco?
Il personaggio chiave della pellicola è un giovane muratore di nome Claudio, padre di famiglia della provincia di Roma.
Con la moglie Claudio è fan di Vasco Rossi e insieme, in un momento di intimità, cantano “Anima Fragile” del Blasco. Quando dando alla luce il terzo figlio la donna viene a mancare ai funerali Claudio canta piangendo “Anima Fragile” provocando la commozione generale.
Film molto delicato che ha per protagonista un uomo normale, che si trova ad affrontare vicende tragiche della vita. Quando stavano girando il film Lucchetti, il regista non aveva scelto la canzone protagonista di questo film. A proporre “Anima Fragile” è stato proprio Elio Germano. Quando per la prima volta l’ha cantata sul set, pare che tutta la troupe si sia commossa. E così è stata scelta. 
Nota di colore. Il bimbo che nasce è biondo con gli occhi cerulei, ovviamente nel film lo chiamano Vasco.

Raduno a Zocca per i fans di Vasco per il 4-5-6 giugno

E’ stato organizzato un raduno a Zocca per i fans di Vasco per il 4-5-6 giugno!
Come l’abbiamo saputo?
Dal tam tam che c’è sulla rete e sui siti e blog dedicati al rocker di Zocca.
Alle 21 di venerdì 4 prenderà il via, nella città natale del Blasco, e durerà fino a domenica 6 giugno un incontro a base di musica!
Il programma dovrebbe essere il seguente:
Sabato pomeriggio esibizione della Scuola di Musica con tanto di  tributo alla Steve Rogers Band
Domenica musica e opportunità di visitare la mostra di Claudio Fornas dedicata al Blasco.
Siamo certi che tale iniziativa richiamerà tantissime persone.

Vasco Rossi, la rockstar si confessa

Vasco si racconta durante una delle interviste rilasciate nel corso del lancio del fumetto o, se preferite, della graphic novel “Ho fatto un sogno”, ispirata alla sua omonima canzone. Dichiarazioni a tutto tondo: le canzoni, il successo, la famiglia.
Il Blasco, che da qualche giorno è anche diventato un eroe dei fumetti, viene è stato disegnato in bianco e nero, con qualche macchie giallo acido, con la sua tipica andatura, le sue personali movenze e il suo, oramai irrinunciabile cappello.
Vasco in esclusiva a Terra, nel corso della puntata di giovedì 27 maggio, ha raccontato Vasco Rossi.
Partendo dal suo successo: “Per la stampa era pericoloso sentire le mie canzoni. Poi si sono resi conto che oltre ad essere pericolose erano anche belle”. Commentando il suo modo di provocare ed essere al di sopra delle righe: “Dagli anni Ottanta ad oggi sono stato legalizzato. e’ cambiata l’idea della gente… Anche se poi rimane sempre l’aspetto trasgressivo”.
Quindi una rockstar, straordinariamente umile: “Mi sento una persona normale. Ho avuto la fortuna di avere un talento: quello di riuscire ad esprimermi in un modo efficace, che neanche io mi sarei mai immaginato”.
Poi Vasco ha raccontato come nascono quelle canzoni che hanno fatto innamorare diverse generazioni di fans: “Lascio dire quello che mi viene dall’inconscio e, di quello che scrivo sono responsabile. Sono il mio primo ascoltatore: mi meraviglio delle frasi che mi vengono e che non direi neanche all’amico più fidato”.
Il Blasco ci ha tenuto a dire che “Dentro tutte le canzoni c’è una parte importante di me”.
E parlando nello specifico delle sue canzoni:”Siamo solo noi è una delle prime che mi ha fatto sentire soddisfatto. Poi Vita spericolata, che pensavo fosse la canzone della mia vita. E, infine, Sally che è stato un miracolo”.
Infine Vasco Rossi ha detto della sua vita privata: “Quando torno a casa, torno alla situazione nella quale mi sento più tranquillo. Mi sembra di essere nel posto giusto e di stare bene. La mia famiglia da 20 anni regge il colpo della mia presenza. Questo grazie anche a Laura, che è una ragazza con le idee molto chiare e che tiene in piedi la struttura. Mio figlio Luca cresce bene e sono contento…”