Macho Barbieri agli arresti domiciliari


Massimo “Macho” Barbieri per ordinanza del Gip del Tribunale di Sanremo è stato scarcerato ed è stato sottoposto agli arresti domiciliari. Quindi ritorno a Milano, dove il 36enne collaboratore di Vasco Rossi soggiornerà in attesa delle evoluzioni della sua vicenda giudiziaria presso il tribunale sanremese.
Il caso di Barbieri è stato discusso oggi in Tribunale alla presenza dell’avvocato difensore dell’accusato Gianluca De Marco. A spingere il Gip a ordinare gli arresti domiciliari sono stati tutta una serie di fattori, primo tra i quali che Macho era incensurato.
La notizia, infatti, aveva fatto scalpore soprattutto per la collaborazione lavorativa dell’uomo con Vasco. C’era chi inizialmente aveva ricamato e non poco sul suo arresto definendolo anche il segretario personale del rocker, fatto seccamente smentito dall’entourage del Blasco come anche la possibilità che Barbieri stesse portando la droga al cantante nel suo Yacht. Ad attendere Macho a Sanremo gi unici erano proprio i Carabinieri della città dei fiori, che dopo una soffiata, più che dettagliata, lo stavano attendendo dentro Portosole. Subito dopo l’arresto del collaboratore lo stesso rocker di Zocca aveva fatto spiegare che lui era completamente all’oscuro della venuta di Barbieri, solo uno tra più di cento collaboratori che lavorano per lui. Precisazione d’obbligo visto che Vasco quella notte era a bordo del suo yacht il Jamaica II, attraccato al porto si Sanremo. Ma erano le 2 del mattino e non aspettando alcuna visita stava dormendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *