Vasco Rossi a Berlino: un altro successo


Vasco  Rossi in concerto a Berlino per la prima volta e la prima volta, si sa, non si scorda mai.
Una Berlino di giovani o meno giovani, soprattutto italiani ricorderà per molto tempo la prima del Blasco, l’ultimo in ordine cronologico dell’ Europe Indoor Tour.
Ieri sera al Tempodrom a vedere Vasco c’erano all’incirca quattromila spettatori.
Vasco Rossi mette grande entusiasmo nel suo concerto e regala una splendida serata ai suoi fans accorsi numerosi anche dall’Italia.
I 4.000 hanno partecipato al programma del concerto che si apre con “Un Gran Bel Film” si chiude, nell’ordine, da “Vita Spericolata” e “Albachiara”. Passando attraverso “Ieri Ho Sgozzato Mio Figlio” e “Cosa Vuoi da Me”. Ma anche “Delusa”, “Deviazioni”, “Sally”, “Tango della Gelosia” o novità come “Sto Pensando a Te” o “Ad Ogni Costo”.
Il rocker di Zocca dopo i concerti di Londra, Bruxelles e Zurigo a Berlino è in grande spolvero e alla fine sel concerto, per la  gioia dei suoi fans, ha tolto cappellino e maglietta, lanciandoli al pubblico e restando a torso nudo mantenendo la sua aria gaudente, trasgressiva e ironica.
Vasco durante il concerto si è esibito in un monologo, prendendo le difese dei peccatori (Vecchio e Nuovo Testamento condannano il vizio, non il peccatore, ha spiegato Vasco) e riferendosi alla società di oggi ha sottolineato che nei 10 Comandamenti c’è scritto «non rubare» ma non «vietato fumare».
A Berlino con lui sul palco la sua band formata da Claudio Golinelli al basso, Maurizio Solieri (chitarra), Stef Burns (chitarra), Matt Laug (batteria), Alberto Rocchetti (piano e tastiere) Andrea Innesto (sax e cori), Frank Nemola (tromba), Clara Moroni (cori).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *